• Dr. Cusumano - www.chirurgiaurologicaroma.com
  • Dr. Cusumano - www.chirurgiaurologicaroma.com
  • Dr. Cusumano - www.chirurgiaurologicaroma.com
  • Dr. Cusumano - www.chirurgiaurologicaroma.com
HomeContattiCon chi collaboriamoDiagnosticaSintomiPatologie urologicheChirurgia UrologicaVideoNewsAssicurazioni 
Contatti
Con chi collaboriamo
Diagnostica
Ecografia : prostatica...
Endoscopia Urologica
Biopsia Prostatica
Uroflussometria
Tamponi colturali
Markers tumorali, PS...
Sintomi
Patologie urologiche
Chirurgia Urologica
Video
News
Assicurazioni 
 
 
... sei nella categoria: Diagnostica
  Biopsia Prostatica
 

La biopsia prostatica "FUSION ecografia prostatica 3d/RM"   "NEWS"

 

www.koelis.com/images/docs/KOELIS_FLYER_FT-AS.pdf

La fusione tra immagini di un ecografia prostatica transrettale 3D e la risonanza magnetica transrettale, aumentano molto significativamente il rischio di falsa negatività nel corso della seconda biopsia.

La pianificazione della biopsia è legata ad una maggior precisione del bersaglio, ad una mappatura della prostata con il salvataggio delle aree già bioptizzate.

Per maggior informazioni   www.chirurgiaurologicaroma.com/TerLiv.php

 

La biopsia prostatica tradizionale


Il tumore alla prostata è la neoplasia più frequente nel sesso maschile. Quando venne identificato, nel 1800, era considerato una malattia rara a causa della speranza di vita ridotta del XIX secolo e della mancanza di metodi di identificazione. Per questo motivo anche le tecniche di intervento erano limitate a risolvere gli effetti collaterali, come l’ostruzione urinaria, fino al 1904 quando Hugh Young al “John Hopkins Hospital” eseguì la prima prostatectomia radicale perineale.
Il tumore della prostata consiste in una neoplasia che si origina dalle cellule ghiandolari secretorie. Per tale motivo è definito adeno-carcinoma e la sua evoluzione è influenzata dall'assetto ormonale del paziente. La regione della ghiandola dove più di frequente origina la malattia è la zona periferica della prostata che non ha contatto diretto con le vie urinarie. Questo spiega come mai la sintomatologia sia pressocchè assente negli stadi iniziali e si esacerbi invece solo negli stadi avanzati della malattia allorquando, ad esempio, vengano coinvolti altri organi.

Le cause del tumore alla prostata sono poco conosciute ma fattori ormonali e genetici ne influenzano sicuramente lo sviluppo, così come un ruolo importante sembra viene giocato da fattori dietetici. Una caratteristica della neoplasia prostatica è quella di produrre in maniera esagerata una sostanza chiamata PSA (antigene prostatico specifico) che è facilmente dosabile attraverso un prelievo del sangue.
Il suo sviluppo è spesso molto lento anche se subdolo e pertanto anche i disturbi della minzione sono spesso tardivi ed in uno stadio avanzato della malattia.

Le principali indicazioni alla biopsia prostatica sono le seguenti:
• Incremento dei valori di PSA sierico (> 4 ng/ml)
• Riscontro di alterazioni all'esame obbiettivo della prostata (reperto rettale positivo)
• PSA ratio basso (rapporto PSA libero/PSA totale): < 15%
• PSA velocity alta (> 0,75 ng/ml/anno)
Nel 1989 c’è stata una rivoluzione nel modo in cui si eseguono queste biopsie , fino ad allora, infatti, le biopsie venivano eseguite solo con la guida del dito esploratore posizionato nel retto del paziente. Oggi l'ago raggiunge sedi ben precise della prostata visualizzate grazie all'impiego di sonde ecografiche transrettali. Inoltre, il numero minimo di frustoli che occorre prelevare è stato fissato in 6 frammenti. Il numero dei prelievi può proporzionalmente aumentare con l'incremento del volume della prostata fino a raggiungere anche i 21 prelievi.”

I risultati della biopsia non sono sempre certi. Avendo un campionamento parziale della ghiandola, una sorta di battaglia navale nelle zone dove è più facile che si sviluppi il tumore, in caso di diagnosi negativa è necessario rimanere sotto osservazione e in alcuni casi procedere ad una nuova biopsia a distanza di tempo.
Gli effetti collaterali della biopsia sono “limitati e si risolvono nel giro di un paio di settimane. Il 40% dei pazienti può presentare sangue nelle urine o nel liquido seminale e nel caso dell'accesso transrettale è possibile anche assistere alla presenza di sangue nelle feci. Nulla di preoccupante per il paziente. Le complicanze più gravi sono rappresentate dalla ritenzione delle urine che può richiedere il posizionamento del catetere vescicale per qualche giorno, o la comparsa d'infezioni urinarie, anch’esse risolvibili nel breve termine”.

Glossario:
Biopsia: l’asportazione chirurgica e l’analisi al microscopio di tessuti vivi per scopi diagnostici.
Transrettale: che passa tramite il retto.
Transperineale: che passa tramite il perineo. Il perineo è lo spazio anatomico tra il retto e la base dello scroto.
Carcinoma: tumore maligno che si sviluppa negli epiteli ghiandolari.

I dati e le informazioni contenuti nel presente articolo hanno carattere scientifico e divulgativo e non sono destinate a fornire l'indicazione di trattamenti terapeutici adottabili fuori dal controllo medico. In caso di necessità, si raccomanda di consultare il proprio medico curante che è l'unico in grado di individuare caso per caso i corretti trattamenti sanitari e farmacologici più adeguati. I sottoscritti declinano ogni responsabilità con riferimento alle conseguenze di un uso dei contenuti del presente articolo non conforme alla finalità per le quali è stato pubblicato.

 

 
  Materiali e Metodo
Materiali e Metodo MATERIALI ECOGRAFO SONDA TRANSRETTALE   PISTOLA DA BIOPSIA AGHI DA BIOPSIA METODO   ...
...continua...

  biopsia tranperineale ecoguidata
La biopsia prostatica transperineale La biopsia viene eseguita in anestesia locale mediante l'infiltrazione di anestetico locale (10 ml di mepivacaina 1%) nei piani perineali superficiali , per garantire una zona di anestesia cutanea, e nella regione apicale della prostata per il blocco anestetico della innervazione periprostatica. L'accesso transperineale prevede il passaggio dell'ago nella regione cutanea posta al di sotto dello scroto e al...
...continua...

  Biopsia transrettale ecoguidata
 UNDER COSTRUCTION BIOPSIA TRANRETTALE ECOGUIDATA PISTOLA E AGHI PER BIOPSIA ECOGUIDATA
...continua...