• Dr. Cusumano - www.chirurgiaurologicaroma.com
  • Dr. Cusumano - www.chirurgiaurologicaroma.com
  • Dr. Cusumano - www.chirurgiaurologicaroma.com
  • Dr. Cusumano - www.chirurgiaurologicaroma.com
HomeContattiCon chi collaboriamoDiagnosticaSintomiPatologie urologicheChirurgia UrologicaVideoNewsAssicurazioni 
Contatti
Con chi collaboriamo
Diagnostica
Ecografia : prostatica...
Endoscopia Urologica
Biopsia Prostatica
Uroflussometria
Tamponi colturali
Markers tumorali, PS...
Sintomi
Patologie urologiche
Chirurgia Urologica
Video
News
Assicurazioni 
 
 
... sei nella categoria: Diagnostica
  Endoscopia Urologica
 

L'endoscopia urologica

 La necessità di eseguire un esame invasivo endoscopico è data dalla possibilità di escludere una patologia neoplastica non sempre diagnosticabile con l'imaging ( ecografia, tc, risonanza magnetica ) 

L' endoscopia urologica, cistoscopia o uretrocistoscopia  e ureterorenoscopia diagnostica, permette di visionare dall'interno l'uretra, la vescica, gli uretreri e le cavità calicopieliche renali.
Per il basso apparato urinario (uretra e vescica) viene utilizzato il cistoscopio.
Per l'alto apparato urinario (ureteri e pelvi) l'ureterorenoscopio.

 

Cistoscopia  
( più propriamente detta Uretrocistoscopia ) riveste un ruolo diagnostico e di follow up per il tumore vescicale, importante nella pratica clinica dell'urologo. La cistoscopia permette allo specialista di valutare l'uretra, e tutte le pareti vescicali.
L'esame si esegue ambulatorialmente, non necessità di anestesia (sedazione) tranne in casi particolari, o su richiesta del paziente. Non prevede nessuna preparazione da parte del paziente, tranne una profilassi antibiotica.
  Neoplasia vescicale  
(visione endoscopica)  

 

L'ureterorenoscopia diagnostica

   

Riveste un ruolo importante nella diagnosi certa dei tumori delle vie escretrici (pelvi - uretere), spesso misconosciuti dalla diagnostica per immagine (TC, Ecografia, RMN). Permette di eseguire una biopsia, per poter giustificare spesso interventi chirurgici demolitivi.
L'ureteroscopia diagnostica, esame più invasivo necessita di anestesia (sedazione o spinale selettiva), si esegue in ambiente protetto (day-hospital o ricovero)

 
 

 Calice renale
 ( visione endoscopica)

 

     

Strumentario

Il cistoscopio o l'ureterorenoscopio rigido o flessibile è collegato tramite una telecamera ad un monitor . Il risultato dell'esame è immediato.
La scelta dello strumento rigido o flessibile è legata all'abilità dell'operatore e alle patologie del paziente.

 

cistoscopio ureterorenoscopio modulo telecamera
 

 

 
  Ureterorenoscopia diagnostica rigida e flessibile
 Ureterorenoscopia diagnostica rigida e flessibile Le prime ureteroscopia diagnostiche furono realizzate prima da Marshall nel ’64 e poi da Lyon nel’78, ma le prime operative da Perez Castro nel’80. I rapidi progressi, e la messa a punto di ureteroscopi rigidi sempre più sottili hanno fatto scomparire la chirurgia a cielo aperto per quanto riguarda la calcolosi ureterale. Attualmente la semplicità,...
...continua...

  Cistoscopia rigida e flessibile
 LA CISTOSCOPIA  La cistoscopia transuretrale è un esame diagnostico endoscopico che permette la visione  delle pareti della vescica, del collo vescicale, dell'uretra e dei meati ureterali usando uno strumento detto cistoscopio.Il cistoscopio viene introdotto nell'uretra e risale sino alla vescica che viene distesa con soluzione irrigante per ispezionarne le pareti. Esistono due tipi di cistoscopi, uno rigido e uno...
...continua...